Risplende di nuova luce il Santuario di Tortona

Risplende di nuova luce il Santuario di Tortona

La sera dell’8 dicembre 2016 una folla radunata davanti al Santuario di Nostra Signora della Guardia di Tortona ha assistito all’accensione della nuova illuminazione della torre e della grande statua d’oro della Madonna, che la sovrasta. La cerimonia ha inaugurato ufficialmente il nuovo impianto luci della basilica, a conclusione dei lavori che hanno completamente rinnovato anche l’interno. Un evento significativo per la comunità di Tortona che ha donato l’oro per la doratura della statua, dimostrando  l’attaccamento per questo luogo sacro, fondato da un personaggio illustre: don Luigi Orione.

 

tortona_torre3

Il rettore del Santuario, don Renzo Vanoi ha ringraziato: ” tutte quelle persone che hanno collaborato e contribuito a questa grande opera di ridoratura. L’oro è stato donato interamente dai fedeli: un vero e proprio concorso di generosità e pertanto ognuno guardando la Statua sa che quella doratura è anche sua. Illuminandola così da risplendere di giorno e di notte ricordiamo le parole di don Orione: ogni pellegrino anche da lontano vedendo Maria, possa essere ispirato a pensieri di salvezza”.

Tortona6

Don Luigi Orione, nato in un paese vicino a Tortona, fu discepolo di don Bosco e operò intensamente in campo educativo ed assistenziale fin dai primi anni del ‘900. Dopo la prima Guerra Mondiale fondò collegi e opere caritative in Italia e in America Latina. Nel 1931 ha fondato il Santuario di Nostra Signora della Guardia a Tortona, che a tutt’ooggi custodisce le sue spoglie. Nel 2004 la Chiesa lo ha proclamato Santo.

Tortona1

 

 

L’illuminazione del Santuario della Madonna della Guardia è stata interamente rinnovata con luci a LED con l’obiettivo di ottimizzare il consumo energetico e migliorare i  livelli di illuminazione. La temperatura di colore e l’alta resa cromatica delle nuove luci LED valorizzano gli interni del Santuario, migliorano la visibilità e rendono più accogliente la chiesa.

tortona2

Le dimensioni ridotte dei nuovi apparecchi migliorano l’estetica dell’impianto e hanno consentito un puntamento preciso dei fasci luminosi. L’impianto è dimmerabile e controllato con un sistema di gestione a distanza che consente di intervenire su ogni singolo punto luce.

tortona_prodotto3

Tortona_prodotto2

tortona2

 

La torre del Santuario è illuminata con apparecchi Sicura LED (Disano) installati con effetto wall wash.

Tortona_torre1

 

 

Gli interni del Santuario sono illuminati con Vision 2.0 (Fosnova) con cablaggio separato, una nuova versione del prestigioso faretto firmato da Alessandro Pedretti (studio Rota). La scatola del cablaggio può essere collocata sui cornicioni o capitelli, diventando invisibile. Un braccio meccanico di diverse lunghezze posiziona il faretto in modo da avere l’illuminazione verso l’alto o verso il basso nella direzione desiderata.

Le prestazioni illuminotecniche di Vision 2.0 offrono la qualità delle sorgenti LED ad alta efficienza in ultima generazione, con un’altissima resa del colore (CRI>92) e consumi contenuti. Vision con cablaggio separato è disponibile nella versione small (vano ottico con diametro 107 mm e flusso luminoso da 3300 a 4500 lumen) oppure big (vano ottico con diametro 127 mm e flusso luminoso da 5100 a 6900 lumen), con potenze che vanno dai 25 ai 60 W.

vision_chiese

vision_chiese2

 

  • Posted by Redazione
  • On gennaio 25, 2017
  • 0 Comments
  • 0 likes
Tags: illuminazione chiese, news, Santuario Tortona, Vision

0 Comments

Leave Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.