LED e OLED. Le nuove tecnologie al servizio del lighting design

LED e OLED. Le nuove tecnologie al servizio del lighting design

Il nuovo libro di uno dei maggiori esperti italiani della luce offre una guida completa al mondo dei LED e degli OLED. Con le nuove sorgenti oggi  è possibile, oggi, illuminare qualsiasi tipo di ambiente. Non si pongono limiti alla varietà degli impieghi, negli interni e negli esterni, dagli spazi di ridotte dimensioni fino alle grandi aree. Aggregando i diodi luminosi in elementi modulari si ottiene, caso per caso, la quantità di luce necessaria, evitando sprechi di energia. Ma è anche possibile avvantaggiarsi della regolazione del flusso luminoso e della tonalità della luce bianca. Sono ben note, inoltre, le ottime prestazioni di ordine energetico, fotometrico e colorimetrico, l’eco-compatibilità e la sostenibilità: prestazioni che nell’insieme marcano una netta differenza tra i LED e gli OLED e le fonti luminose tradizionali, ormai in parte sulla via dell’obsolescenza.

Come conseguenza della ampia diffusione della tecnologia dei diodi luminosi sorge il problema di ordinare i tanti prodotti offerti in un’analisi tipologica che sia in grado di definirne le caratteristiche, le prestazioni e le specifiche tecniche, in funzione dei possibili impieghi. È questo uno degli obiettivi del nuovo libro di Gianni Forcolini “LED e OLED. Le nuove tecnologie al servizio del lighting design” (Editoriale Delfino, 2016, pp 180) in cui un intero capitolo è dedicato alla complessa tipologia merceologica con l’intento di offrire ai lettori le conoscenze indispensabili per operare scelte pienamente consapevoli.

Altra tematica che trova sviluppo nel volume è quella del cosiddetto “sistema” di componenti necessario per il corretto funzionamento dei LED e degli OLED. Oltre alle sorgenti luminose, i sistemi sono composti dall’alimentatore (che può svolgere anche le funzioni di regolatore del flusso e della tonalità della luce bianca o dei colori) dal circuito stampato come base meccanica e supporto per la distribuzione dell’energia elettrica, dal dissipatore termico e dalle ottiche primarie, secondarie e, in alcuni casi, terziarie. Nel caso dell’OLED il sistema è più semplice perché comprende solo l’alimentatore/regolatore e il cablaggio. È molto importante che tutte le componenti svolgano efficacemente le specifiche funzioni ad esse assegnate. I diodi, una volta installati, forniranno le migliori prestazioni solo se inseriti tra componenti perfettamente integrate.

L’ultima parte del libro è dedicata alle applicazioni più interessanti per il lighting designer. I casi illustrati sono stati selezionati tra quelli in cui i vantaggi di LED e OLED sono stati maggiormente sfruttati. Sono proposte le soluzioni che sarebbe complesso, difficoltoso, oneroso, se non impossibile, realizzare con le lampade tradizionali. Conclude il libro un capitolo dedicato alle direttive europee, alle leggi e alle norme tecniche in vigore. Sono elencate, con i relativi titoli e brevi spiegazioni dei contenuti, le norme europee su prodotti LED e moduli LED, alimentatori, operazioni di retrofit, sicurezza fotobiologica.

  • Posted by Redazione
  • On dicembre 29, 2016
  • 0 Comments
  • 0 likes
Tags: Forcolini, led, Lighting design, news, Oled

0 Comments

Leave Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.