La nuova illuminazione delle Corderie dell’Arsenale a Venezia

La nuova illuminazione delle Corderie dell’Arsenale a Venezia

L’antico edificio delle Corderie è uno dei luoghi più suggestivi dell’Arsenale di Venezia, la vastissima zona cantieristica dove venivano costruite e riparate le navi della flotta della Serenissima Repubblica di Venezia, grande potenza navale fino alla fine del XVIII secolo.

Nelle Corderie venivano intrecciate corde e gomene con la canapa importata dal Mar Nero o coltivata nelle campagne venete. La fabbrica delle corde fu istituita già agli inizi del 1300, l’edificio tutt’ora esistente fu costruito tra il 1579 e il 1585 su progetto di Antonio Da Ponte, scultore e architetto del Ponte di Rialto.

Disano_corderie11

L’edificio, alto più di 12 metri, con una copertura in capriate lignee, è lungo 316 metri e largo 21 comprende tre navate con 42 colonne di mattoni, disposte su due file parallele.

Le attività della fabbrica cessarono con la fine della Repubblica marinara nel 1797 e l’edificio divenne un magazzino. Nel XIX secolo lo spazio dell’enorme fabbrica è stato in parte suddiviso da setti tagliafuoco.

In tempi recenti le Corderie sono state utilizzate come scenografico luogo di esposizione. La prima mostra si tenne nel 1980 in occasione della prima edizione della Mostra Internazionale di Architettura e da allora è utilizzato per le esposizioni della Biennale di Venezia, una delle manifestazioni artistiche più importanti del mondo.

Disano_corderie07

L’illuminazione esterna

Il nuovo impianto illuminotecnico. Luce di alta qualità e gestione wireless

Di recente è stato inaugurato il nuovo impianto di illuminazione delle Corderie dell’Arsenale, realizzato da Edison, con i riflettori Astro LED della Disano Illuminazione.

L’impianto è stato realizzato con i criteri della sostenibilità energetica (con una riduzione del 70% dei consumi di energia elettrica) e utilizzando le migliori tecnologie disponibili.
Astro Led è un prodotto d’eccellenza, in grado rispondere alle sfide poste dal progetto illuminotecnico delle Corderie. Innanzitutto, l’esigenza di garantire la migliore illuminazione di ampi spazi indoor, con la qualità e il comfort delle sorgenti LED di ultima generazione e poi l’alta resa del colore, indispensabile per l’illuminazione di un edificio di straordinario valore storico, destinato ad ospitare le prestigiose esposizioni della Biennale.

Il nuovo impianto utilizza sistema di gestione dell’illuminazione wireless fornita da Disano. Il sistema è composto dall’apparecchio di illuminazione, dal driver DALI e da uno dei moduli basicDIM Wireless. Con questa tecnologia è possibile controllare i punti luce con una app (4remote BT) o tramite l’interfaccia utente, senza interventi sulla muratura.

Il collegamento Bluetooth consente di intervenire sui punti luce, accenderli, spegnerli, variare l’intensità luminosa, raggruppare gli apparecchi e creare scene di luce.

La facilità con cui può essere regolata l’intensità e la tonalità della luce di ogni singolo apparecchio rende l’impianto luci molto più funzionale e versatile rispetto alle tecnologie precedenti.

Un impianto che consente l’utilizzo multifunzionale degli ambienti, requisito particolarmente importante per il grande spazio delle Corderie dell’Arsenale.

Gli apparecchi Disano sono impiegati anche nell’illuminazione esterna, con gli apparecchi Rodio LED e Mini Rodio LED, che offrono una suggestiva visione serale dell’antico edificio con una luce che rispetta i colori e l’integrità dei materiali originari.

 

SISTEMA basicDIM Wireless – Per interni SOLUZIONE ADVANCED (INDOOR)

scha-wireless

 

  • Posted by Redazione
  • On dicembre 2, 2020
  • 0 Comments
  • 0 likes
Tags: Anas, corderie di Venezia, illuminazione architetturale, illuminazione LED, news

0 Comments