Human Centric Lighting/3. HCL a scuola

Human Centric Lighting/3. HCL a scuola

1. Perchè scegliere un’impostazione Human Centric Lighting a scuola?

Un ambiente di studio sano, piacevole e ben illuminato aumenta il rendimento scolastico. Lo hanno dimostrato diverse ricerche in cui si è visto che sulla capacità di concentrazione degli studenti influiscono diversi fattori come l’apporto di luce naturale, la buona aerazione, i colori di muri, pavimenti e arredi, l’assenza di inquinamento sonoro.

Per questo anche nelle scuole l’illuminazione di qualità deve avere un approccio Human Centric Lighting, quello che mette al centro gli utilizzatori della luce, in questo caso docenti e studenti. Concretamente significa che gli apparecchi di illuminazione saranno scelti e collocati nelle aule, nei laboratori e nei corridoi, non solo per soddisfare le esigenze visive, ma anche per creare un ambiente di studio e di lavoro piacevole e funzionale, senza dimenticare efficienza e risparmio energetico.

L’illuminazione è certamente un elemento fondamentale anche per l’immagine e il prestigio della scuola. Un edificio scolastico dotato di nuovi apparecchi LED impostati secondo i criteri della Human Centric Lighting è un ottimo biglietto da visita per una scuola che vuole avere successo, in un mercato della formazione sempre più competitivo.

Un’illuminazione Human Centric Lighting è innanzitutto stabile e ben distribuita, senza abbagliamenti e sfarfallii, che non solo diminuiscono la concentrazione, ma sono anche pericolosi per la salute. Inoltre, con i nuovi apparecchi LED è possibile differenziare l’illuminazione per le diverse necessità, come la lettura, il lavoro al computer, le attività di laboratorio e la comunicazione con il docente.

 

Scuola_slide

Di grande importanza anche l’elemento dinamico che si può introdurre in tutti i locali della scuola: aule, laboratori, auditorium, zone di passaggio per evitare sprechi e aumentare la qualità della luce.

Una luce dinamica, infatti, può mantenere il giusto equilibrio con la luce naturale e aiutare il docente nel suo lavoro.

All’inizio della mattinata scolastica una luce fredda contribuisce a tenere gli allievi svegli e concentrati, con il passare delle ore una tonalità più calda può avere un effetto rilassante su una classe agitata e iperattiva, rendendo gli studenti più calmi e disponibili a seguire il docente nella lezione.

scenari_classe

Fonte: Tuning the Light in Classrooms, U.S. Department of Energy, Solid-State Lighting Program, 2017, mod.

 

2. Come ottengo i vantaggi di un’illuminazione Human Centric Lighting a scuola?

Un progetto di illuminazione che segua i criteri della Human Centric Lighting terrà conto degli effetti visuali della luce (illuminamento dell’area di lavoro, illuminamento di pareti e ambienti e illuminamento cilindrico medico), secondo criteri regolati dalla normativa vigente, ma anche degli effetti emozionali (influenza sull’umore, sull’attenzione  e concentrazione) e di quelli biologici (ritmo circadiano).

Tutti questi fattori entrano in gioco nelle scelte illuminotecniche

Intervento_scuola

 

3. Come si rispetta la normativa sull’illuminazione?

Dal punto di vista legislativo l’illuminazione delle scuole fra riferimento a due norme principali la UNI 10840 (Luce e illuminazione – Locali scolastici – Criteri generali per l’illuminazione artificiale e naturale) e la UNI EN 12464-1 (Luce e illuminazione- Illuminazione dei posti di lavoro – Posti di lavoro in interni)

La UNI EN 12464-1 (vedi HCL in ufficio) è basata su tre criteri fondamentali:

  • Comfort visivo  (sensazione percepita)
  • Prestazione visiva (possibilità da parte degli studenti di svolgere al meglio le proprie attività)
  • Sicurezza (garanzia che l’illuminazione non incida negativamente sulle condizioni di sicurezza degli studenti).

L’altra normativa UNI 10840  è più specifica e prende in considerazione diversi aspetti come :

  • Distribuzione delle luminanze
  • sIlluminamento e sua uniformità
  • Abbagliamento e sua limitazione
  • Aspetti cromatici della luce
  • Fattore di manutenzione
  • Risparmio energetico
  • Illuminazione in presenza di videoterminali
  • Integrazione della luce diurna

HCLscuola_auditorium

4. Che apparecchi devo utilizzare per avere un’illuminazione Human Centric Lighting a scuola?

Per ottenere i risultati di cui abbiamo parlato si possono selezionare apparecchi a LED con diverse caratteristiche e diverse funzioni

Lampade a plafone/incasso per l’illuminazione dell’ambiente con ampia distribuzione della luce, con le seguenti funzioni:

  • illuminazione generale stabile e ben distribuita
  • rapporto corretto con la luce naturale in tutte le stagioni
  • supporto alle attività di studio (con o senza computer tablet)
  • supporto alla comunicazione (lezione del docente interventi dei ragazzi)

Lampade a sospensione per illuminazione diretta/indiretta delle postazioni di studio, con la seguente funzione:

  • quantità di luce ottimale su un’area definita (banco, lavagna, laboratorio)

Lampade a luce diretta/indiretta per illuminazione wall washing o indiretta, con le seguenti funzioni:

  • luce d’arredo per la migliore sensazione visiva
  • luce sulle pareti per evidenziare e per evidenziare poster e altri supporti didattici
  • illuminamento cilindrico ottimale

Sistemi dimmerabili, variazioni di colore, gestione di scenari luminosi

 

5. Gli apparecchi Disano per la Human Centric Lighting a scuola

comfort panel hcl

Comfort Panel HCL

  • Range regolazione temperatura colore 2700K-6500K su scala lineare
  • MacAdams 3, CRI 90
  • Gamma dimmerazione: 3-100% su tutto il range
  • Dissolvenza durante lo spegnimento
  • Flicker <4%
  • Temperatura colore costante su tutta la gamma di dimmerazione
  • Led driver con processo automatizzato di calibrazione della temperatura colore desiderata e del flusso luminoso richiesto

Vedi la scheda del prodotto

Ccomfortsquare hcl

Comfortsquare HCL – WIRELESS – sensore di presenza e luminosità

  • Range regolazione temperatura colore 2700K-6500K su scala lineare
  • MacAdams 3, CRI 90
  • Gamma dimmerazione: 3-100% su tutto il range
  • Dissolvenza durante lo spegnimento
  • Flicker <4%
  • Temperatura colore costante su tutta la gamma di dimmerazione
  • Led driver con processo automatizzato di calibrazione della temperatura colore desiderata e del flusso luminoso richiesto

Vedi la scheda del prodotto

compact hcl

Compact Dark HCL – WIRELESS

  • Range regolazione temperatura colore 2700K-6500K su scala lineare
  • MacAdams 3, CRI 90
  • Gamma dimmerazione: 3-100% su tutto il range
  • Dissolvenza durante lo spegnimento
  • Flicker <4%
  • Temperatura colore costante su tutta la gamma di dimmerazione
  • Led driver con processo automatizzato di calibrazione della temperatura colore desiderata e del flusso luminoso richiesto

Vedi la scheda del prodotto

 

  • Posted by Redazione
  • On agosto 2, 2019
  • 0 Comments
  • 0 likes
Tags: Disano, illuminazione scuole, LED Panel, news

0 Comments

Leave Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.